ISBN: 978-88-6741-275-4
Pagine: 100


Condividi pagina su:
 

Le radici della Resistenza

di Francesca Pelini  edito da Edizioni Plus - Universita' di Pisa

Il volume nasce da un progetto di ricerca finanziato dal Comune di Carrara, dalla Provincia di Massa-Carrara e dalla Regione Toscana in occasione del 60esimo della manifestazione di Piazza delle Erbe. Per le strade di Carrara, l’11 luglio 1944, centinaia di donne protestano contro l’ordine di evacuazione della città imposto dagli occupanti tedeschi. La celebrazione della ricorrenza ha rappresentato l’occasione per riflettere e fare il punto su alcuni importanti temi e nodi della gender history contemporanea. Il volume cerca infatti, nella sua parte iniziale, di restituire l’esperienza delle donne in guerra nella sua complessità, cogliendone alcuni aspetti peculiari: dal rapporto con la violenza subita e con il lutto da elaborare, alla creatività di alcuni loro gesti, garanti di una sopravvivenza altrimenti difficile, alla resistenza civile da loro praticata nelle diverse declinazioni possibili, dal maternage alle manifestazioni in piazza, come quella di Carrara oggetto del convegno, capace di contrapporsi alla terra bruciata perseguita dagli occupanti tedeschi. Il quadro generale incornicia, nella seconda parte, le relazioni dedicate alla specifica realtà delle donne nella provincia apuana: l’antifascismo, respirato soprattutto per via familiare e la resistenza in tempo di guerra. Per poi concludersi, nella parte finale, con l’approfondimento di alcuni dei più importanti temi emersi dalle interviste a sessanta protagoniste dell’epoca: mogli, madri, sorelle, figlie, adulte e bambine, casalinghe e lavoratrici.

I CONTENUTI DELLA RICERCA: LA RESISTENZA DECLINATA AL PLURALE A sessanta anni dalla Liberazione, la revisione del concetto di Resistenza, dei suoi confini e soggetti, ha superato lo statuto di sollecitazione storiografica per affermarsi come operazione avviata, anche se non del tutto esaurita. La stessa ricerca sfociata poi in questa pubblicazione e nel video ad essa associato, è nata da questa esigenza. La problematizzazione e la declinazione al plurale del termine Resistenza ha permesso di frantumare l’assioma identitario di Resistenza e lotta armata, forzandone i confini, annettendo al cerchio della legittimazione storica e politica altre esperienze altrettanto dirompenti e rischiose. A domandare questo ampliamento è lo stesso contesto del secondo conflitto mondiale, la sua natura di guerra totale che trasforma ogni luogo in “fronte di guerra” e somministra alle popolazioni civili dell’Italia occupata massicce dosi quotidiane di fame, violenza e morte. La densa drammaticità di un... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
7.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Prezzo:
9,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore