Pagine: 142


Condividi pagina su:
 

Gocce dell'anima

di Domenico della Guardia  edito da Edizioni Il Grappolo

Non si diventa poeti per caso, piuttosto si scopre di saper osservare in silenzio e con passione gli scorci della vita e di saperla raccontare con parole illuminate e in atmosfere soffuse. Questo deve essere successo a Domenico della Guardia la cui penna sottile e la cui vena artistica si dispiega in questo fiume intenso di poesie che sanno aprire gli occhi del lettore e accarezzarne l’anima con un fluttuante andirivieni di persone, immagini ed eventi che popolano versi incisivi e brevi. A dimostrazione del fatto che il tempo non cancella. La storia si dispiega come attimi frammentari fatti di sensazioni, profumi e ricordi. Tra immagini di donne, pensieri d’amore e affetto filiale, Domenico della Guardia apre il portone della memoria e modella l’immenso dei ricordi per restituire al lettore barlumi di speranza e sentimenti di infinito in cui il calore della madre, la vera amicizia, lo scorrere della vita, lo splendore femminile sono protagonisti di versi indelebili e profondi che si offrono come gocce di un oceano tutto da scoprire. Ed ecco che leggere torna ad essere un piacere per lo spirito. Soprattutto quando l’ispirazione poetica si sente ad ogni verso non come una fatica, bensì come un dono. Solo così l’amore, la morte, la storia, gli incontri, i viaggi, la comunicazione e il lavoro diventano materia plasmabile da trasmettere e condividere per mostrare ancora una volta quanto la vita sappia essere generosa offrendosi in tutte le sue infinite meraviglie. (Michela Pecoraro)

Ho sempre pensato che l'anima non fosse altro che una lontana meteora disgiunta anni luce dal corpo. Tutto questo fino a pochi mesi fa soltanto. Poi un giorno è successo qualcosa che mi ha fatto rivedere in brevissimo tempo tutte le mie precedenti convinzioni. Non è stato un bel giorno quello: durante il suo corso ho subito la perdita più importante di tutta la mia vita, quella di mia madre. Per mia fortuna, però, fin dal primo momento in cui se ne è andata, ho anche compreso che nella sua infinità bontà ella aveva già tutto predisposto per me, donandomi la chiave con la quale finalmente aprire la porta della mia anima, quella stessa anima che mai prima d'allora avevo avvertito essere dentro di me. Non sono riuscito subito ad entrare, altri giorni sono dovuti trascorrere perché capissi la potenza di quel dono: poi l'ho fatto, e subito dopo aver aperto quella porta sono stato completamente inondato dalle più dolci acque di questo mondo. In soli pochi, indimenticabili istanti, mi sono... continua

Sfoglialo OnLine

Web
Prezzo:
7.99 €


Leggilo sul tuo dispositivo mobile scaricando l'App gratuita

Library
Fidare Books
Prezzo:
9,99
Vai alle pubblicazioni dell'editore